Home Tags Posts tagged with "Lazio"

Lazio

Il matrimonio tra Marcelo “el loco” Bielsa e la Lazio non si farà. Nonostante l’esito appaia ormai scontato, c’è da scommettere che lo scontro tra il tecnico argentino e il club biancocelesti continuerà a riempire le pagine dei giornali sportivi. Proviamo a ricostruire i fatti:

La Lazio aveva individuato nell’allenatore-filosofo la figura giusta er ridare entusiasmo all’ambiente laziale e ridare un profilo maggiormente internazionale al club del Presidente Lotito. La trattativa sin dall’inizio si è rivelata faticosa, per superare i dubbi sull’offerta della Lazio Bielsa ha avanzato precise richieste e garanzie sul progetto tecnico. È proprio la mancata soddisfazione di queste garanzie ad aver motivato la clamorosa decisione del tecnico ex Marsiglia.

Siete in cerca di un profitto extra che vi permetta di arrivare a fine mese con meno preoccupazioni? Il trading binario potrebbe essere la risposta che fa per voi. Le opzioni binarie sono uno strumento d’investimento semplice, sebbene proprio la loro natura porti spesso molti a sottovalutarne i rischi. Per operare con successo sulle opzioni binarie è allora quantomeno necessario affidarsi ad un broker regolamentato CONSOB che non solo tuteli i tuoi fondi ma si occupi anche della tua formazione. Operare sulla base di una solida conoscenza dei fondamenti del trading è essenziale per incrementare esponenzialmente le tue chance di profitto. Se stai cercando un broker così OptionWeb è il broker che fa per te. Provalo subito qui

La comunicazione del dietrofront è arrivato attraverso un comunicato diffuso dallo stesso Bielsa, in cui el Loco ha spiegato le ragioni del suo gesto:

“In relazione al comunicato che ha pubblicato la SS LAZIO SPA oggi, considero necessario far conoscere la mia posizione. Penso che la forma più chiara per dirlo, sia attraverso il documento che ho inviato ai dirigenti di questo club e nel quale spiego le ragioni che hanno portato alla mia decisione da me comunicata. In questo documento sono riassunti tutti gli eventi che si sono succeduti”.

Questo il testo del comunicato:

SS Lazio Spa, Presidente Claudio Lotito, Segretario Generale Armando Calveri e Direttore Sportivo Igli Tare:
Rosario, 7 luglio 2016

“Mi rivolgo a voi per comunicarvi che ho deciso di rinunciare all’incarico di direttore tecnico di questo club. La decisione riguarda anche i miei collaboratori Pablo Quiroga, Diego Reyes, Gabriel Macaya, e Rodolfo Diego Flores.
Abbiamo preso con i miei collaboratori, questa decisione perché dopo quattro settimane di lavoro congiunto con voi non abbiamo ottenuto nessuno dei sette acquisti espressamente richiesti e previsti nel piano di lavoro espressamente approvato dal presidente Lotito. Tenendo in conto che inoltre era stato deciso di cedere 18 giocatori della passata stagione, l’arrivo dei rinforzi era necessario, in accordo con i piani programmati. Era stata approvata, come condizione necessaria e indispensabile per l’attuazione del programma di lavoro, l’acquisto di almeno quattro giocatori prima del 5 luglio, con l’obiettivo di permettere loro di partecipare al ritiro precampionato. In questa data, non si era concretizzato alcun acquisto.
Bielsa rifiuta la Lazio, il web si scatena sul “Loco” Bielsa rifiuta la Lazio, il web si scatena sul “Loco”
Nonostante questo, il club ha reso pubblico il contratto che ci legava, sapendo che non era valido senza i rinforzi previsti. La situazione, al momento, è la stessa e le prospettive incerte. Considerando, che mancano solo tre giorni al ritiro di Auronzo, non era più possibile procrastinare questa decisione. Come già vi avevo detto, per il mio stile di lavoro era fondamentale avere i giocatori in tempo e in forma per poterli allenare. È importante chiarire che non ho in mano alcuna offerta di lavoro. A breve vi invierò il documento legale che certifica la rinuncia. Solo se necessario chiarirò la mia posizione dinanzi ai media”.

Inevitabile la reazione stizzita della società biancoceleste. Indiscrezioni parlano di un Lotito furibondo e intenzionato a denunciare il tecnico argentino; una circostanza più che verosimile, tenuto in conto del personaggio.

È appena terminata una conferenza stampa fiume (durata oltre un’ora), in cui la Lazio ha risposto alle accuse mosse da Bielsa. Erano presenti l’avvocato del club Gianmichele Gentile, il direttore sportivo Igli Tare, il segretario generale Armando Calveri e Claudio Lotito, che ha scelto,però, di non rispondere alle domande dei giornalisti presenti, provocato le proteste e l’uscita di molti cronisti dalla sala stampa di Formello.

Dura la presa di posizione della società che per bocca dell’avvocato Gentile ha spiegato: “Non c’è una parola nel contratto, una, che riguarda la campagna acquisti. Si è voluto creare un pretesto per sganciarsi da questo contratto. Evidentemente è successo qualcosa tra il 1° e il 7 luglio che gli avrà fatto cambiare idea. Il contratto è stato depositato perché Bielsa doveva avere il permesso di lavoro per poter entrare in Italia. La situazione è molto grave: il contratto è sottoposto alla legge italiana e alla giurisdizione italiana: possiamo ricorrere alla tutela arbitrale prevista dalle norme federali o direttamente ai giudici del lavoro. Abbiamo un’importante domanda risarcitoria, per un contratto risolto per inadempimento del contraente”.

La lunga conferenza è stata chiusa proprio dal Presidente Lotito che si è limitato a spiegare le prossime mosse della società e a difendere a scelta di riaffiorare la squadra alla guida tecnica di Simone Inzaghi (che dopo aver appreso che la società avrebbe puntato su di un nuovo allenatore si era accordato con la Salernitana, club di proprietà dello stesso Lotito).

“I programmi della Lazio non saranno abbandonati: il mercato vedrà la conclusione degli obiettivi che ci eravamo previsti. Abbiamo interesse a rinforzare la squadra, con o senza Bielsa, mi auguro che accada il più presto possibile. Gli investimenti sono gli stessi, la scelta di Inzaghi è legata a voler riportare la lazialità: ha fatto un percorso e speriamo di portarlo a risultati importanti. Non è un ripiego, è venuta meno l’attuazione di un contratto non per nostra volontà. Con la scelta di Bielsa era stato fatto un atto d’amore verso la tifoseria: volevamo far sognare i tifosi”.

Il sogno dei tifosi, però, si è spezzato prima ancora d’iniziare e adesso in molti temono che si possa trasformare nell’incubo di un’altra stagione vissuta nell’anonimato, relegati in una posizione di classifica non consona alla storia recente del club capitolino.

palermo lazioLa notizia è finita sulle prime pagine di tutti i quotidiani cartacei e on line, perché si tratta di una triste pagina di calcio e di attualità. Il match PalermoLazio che si è svolto domenica ha infatti lasciato dietro di sé una scia di inaudita violenza, che si è consumata allo stadio, ma anche in molte altre zone della città, alla luce del sole e sotto gli occhi dei passanti increduli.

Le tifoserie sono da sempre in lotta, ma una tale violenza non era stata stimata nemmeno dagli addetti alla sicurezza, che hanno dovuto correre ai ripari per rafforzare le misure di ordine pubblico in tutte le aree cittadine e che circondano lo stadio di Palermo. Tutto è iniziato con un calcio, che è stato sferrato a un tifoso del Palermo in piano centro città con tutti i tifosi che se la sono data a gambe. Il pomeriggio è stato quindi teatro di tafferugli, che si sono consumati soprattutto nella centralissima Via Libertà del capoluogo siculo.

Le forze dell’ordine hanno prontamente ricostruito i fatti e dichiarato che tutto sarebbe partito da un’aggressione ai danni di alcuni tifosi laziali seduti a un tavolino di un bar. In totale, il pomeriggio di domenica ha registrato un bilancio di tre persone ferite e di cinque tifosi palermitani che si trovano attualmente in stato di fermo.

L’episodio si rivela essere molto grave, in quanto sono stati arrecati danni anche agli esercizi commerciali. Un banchetto per il referendum di domenica 17 aprile è stato infatti divelto e i commercianti della zona hanno dichiarato di avere vissuto dei momenti di grande paura. Pronta è in ogni caso intervenuta l’Arma, che ha posto fine alla violenta lite in corso, anche se problemi di ordine pubblico si sono manifestatati nelle ore seguenti, soprattutto allo stadio durante il match di campionato.

lazio petkovic convocati torinoEuropa League. Apollon-Lazio 0-0. Finisce a reti inviolate la sfida di Europa League tra Apollon e Lazio. I biancocelesti in trasferta a Cipro confermano un momento non certo esaltante e il pareggio di oggi rischia di compromettere la qualificazione al prossimo turno della competizione.

La squadra di Petkovic infatti ora si trova in seconda posizione, a meno due dai turchi del Trazbonspor. La partita di oggi ha evidenziato gravi difficoltà dei biancocelesti di concretizzare le occasioni avute, tante le chance da gol per la Lazio che però non è mai riuscita a buttarla dentro. Ha rischiato anche la beffa finale quando, ormai stanca, la squadra capitolina si è fatta cogliere impreparata in contropiede.

Europa League. Apollon-Lazio 0-0. La superiorità in campo è stata evidente tra le due squadre, l’Apollon ha giocato come ha potuto: tutti dietro la linea della palla a difesa della propria porta, affidandosi poi a ripartenze e calci piazzati che hanno fatto correre qualche pericolo alla retroguardia biancoceleste.

Ha da recriminare per le occasioni non concretizzate Petkovic nel dopo partita. L’allenatore della Lazio ammette il momento non certo positivo dei suoi uomini e rivela: ” Dobbiamo essere più cattivi perché senza segnare non si può mai vincere. Manca solo questa cattiveria sull’ultimo passaggio. Dobbiamo bloccare di più, credere di più, rimanere sereni e continuare a lavorare”.

Decisiva ora per la Lazio la partita di ritorno contro i ciprioti. La vittoria è l’unico risultato da perseguire se i biancocelesti vogliono continuare il loro cammino in Europa League.

Notizie SS Lazio – Alla vigilia della sfida di Europa League contro l’Apollon, che si disputerà giovedì sera alle ore 19, ci sono brutte notizie per la Lazio. Nel pomeriggio di mercoledì infatti, è arrivata la conferma di quanto ci si aspettava, ovvero dell’infortunio di Senad Lulic. L’esterno bosniaco, aveva accusato un dolore durante l’allenamento di martedì. Il giorno dopo, gli esami effettuati hanno confermato quanto ci si aspettava, ovvero almeno tre settimane di stop per Lulic.

Notizie SS Lazio – Una tegola per Petkovic, che dovrà fare a meno di Lulic per almeno 5-6 partite. I controlli strumentali hanno evidenziato “la presenza di una lesione muscolare di primo grado dell’adduttore della coscia sinistra”. Sul sito biancoceleste si legge che “All’inizio della prossima settimana verranno ripetuti gli esami strumentali del caso che meglio delineeranno i tempi di recupero”.

lazio

Lazio – Ha sciolto ogni dubbio e diramato la lista dei convocati Vladimir Petkovic in vista della gara di Europa League in programma domani.

Per la sfida di Nicosia contro l’Apollon Limassol, l’allenatore biancoceleste porterà con sé 20 giocatori. Non ci saranno Candreva e Lulic, entrambi non convocati per malanni fisici.

Il centrocampista bosniaco si è fermato nel corso dell’allenamento di rifinitura di questa mattina e il sospetto è che si sia procurato uno stiramento all’adduttore. Le sue condizioni saranno valutate nei prossimi giorni.

Candreva invece resterà a casa perché influenzato.

Per il resto Petkovic si affiderà come sempre a Klose per guidare la squadra anche a Cipro. Attenzione però alle ultime indiscrezioni che giungono da Formello, infatti sembrerebbe che la panchina laziale sia a rischio alla luce dei risultati abbastanza deludenti in campionato.

L’allenatore svizzero si giocherebbe tutto in tre giorni, ovvero nella sfida di domani contro il Limassol e in quella di domenica all’Olimpico contro il Cagliari in campionato. Al suo posto potrebbe esserci il ritorno di Reja.

Ecco la lista dei convocati per la sfida di domani:

Portieri: Marchetti, Berisha, Guerrieri; difensori: Radu, Ciani, Novaretti, Cavanda, Cana; centrocampisti: Ledesma, Onazi, Ederson, Gonzalez, Hernanes, Biglia, Anderson, Crecco; attaccanti: Floccari, Klose, Perea, Keita.

Notizie Lazio – Momentaccio intorno alla Lazio. Dopo aver perso il derby per 2-0 contro la Roma domenica pomeriggio, i biancocelesti dovranno fare a meno di Klose per il delicato match contro il Catania, che vedrà impegnata la squadra capitolina all’Olimpico, domani, alle 20:45. Per Klose si tratta di un infortunio rimediato proprio nel derby, una contusione molto forte al piede destro che terrà fuori il tedesco nella gara contro gli etnei.

Notizie Lazio – Quasi a sorpresa, l’attaccante biancoceleste si è presentato presso la clinica Paideia, dove erano in programma visite mediche per altri giocatori della Lazio. Oltre a Klose, Petkovic dovrà fare a meno anche di Biglia, che ha rimediato un infortunio muscolare al polpaccio; Radu, che ha una lesione al collaterale, e Novaretti, che ha rimediato una brutta distrazione ai legamenti della caviglia destra. Problemi dunque per Petko, che però contro il Catania deve assolutamente portare a casa i tre punti.

Coppa Italia TIM – Nella finale tutta romana della Coppa Italia, è la Lazio a trionfare e a portare a casa la sesta Coppa Italia della sua storia. Decisivo il gol di Lulic, che al 75esimo insacca da due passi dopo un assist di Candreva e il liscio da parte di Marquinhos. Gioisce Petkovic, Andreazzoli a pezzi.

Coppa Italia – partita equilibrata, Totti spreca

Una partita molto equilibrata tra le due squadre, che soprattutto nella prima frazione di gioco si danno battaglia ma non riescono a trovare la via del gol per merito dei due portieri. Nel secondo tempo però, la Lazio trova il gol della vittoria e la Roma non riesce a reagire nonostante una clamorosa traversa di Totti da un metro.

Coppa Italia – Quello di domani sarà un grande sabato per il calcio italiano ed europeo. Come sicuramente saprete, alle 20:45 andrà in scena la finale di Champions League. Prima di quella sfida, alle 18 si giocherà la finale di Coppa Italia che vedrà impegnate Roma e Lazio, in un derby che si spera non crei problemi di ordine pubblico.

Quirinale – Roma e Lazio da Napolitano

Nella giornata di oggi, il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ricevuto al Quirinale le delegazioni delle due squadre che domani si sfideranno. Durante la visita ha preso parola il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, dopo di che a Napolitano sono state consegnate le maglie ufficiali, il pallone della finale e una miniatura della Coppa Italia Tim.

Temi caldi

prestiti per pensionati

I prestiti per pensionati sono finanziamenti personali non finalizzati rivolti a tutti i clienti anziani che percepiscono una pensione mensile. In quanto prestiti non finalizzati,...