Home Tags Posts tagged with "film"

film

x5oenhclumucx1d0vwzqTop Gun può essere considerato un vero e proprio cult movie, un film che ha fatto epoca e fatto sognare intere generazioni di ragazzi. I maschi volevano infatti diventare tutti i piloti e le ragazze adoravano il fascino della divisa. La storia d’amore si legava infatti con le vicende del volo, un argomento che dalla notte dei tempi affascina il genere umano. Era il maggio del 1986 quando Top Gun usciva nelle sale cinematografiche, e la pellicola si prepara a spegnere le sue trenta candeline. Incredibile vero? Eppure trent’anni fa gli spettatori fecero la conoscenza di Pete “Maverick” Mitchell, di Nick “Goose” Bradshaw e di Tom “Iceman” Kazansk, nonché i tutti i compagni di volo impegnati a lavorare come piloti di F-14 della Marina Usa.

Ma Top Gun non era solo una storia di volo e di esercitazioni acrobatiche, perché il fulcro era la storia d’amore fra il tenete Maverick interpretato da un Tom Cruise in super forma e la bellissima Charlie, interpretata da Kelly McGillis. Molto probabilmente il clima da guerra fredda che si respirava in quegli anni contribuì non poco a decretare il successo del film, che al suo centro aveva ancora una volta i buoni che dai cieli dell’Americana erano pronti a salvare il mondo dai cattivi. Tante sono state le pellicole che ‘se la sono giocata’ con questa trama, ma Top Gun era qualcosa di più, una storia d’amore molto intensa e un film ben costruito, dal primo all’ultimo momento. Il film fu un vero e proprio successo da botteghino, perché incassò più di otto milioni di dollari nella prima settimana di programmazione, raggiungendo quota, 176 milioni di dollari a livello internazionale.

La colonna sonora, rimasta nell’immaginario collettivo di tutti, si aggiudicò un bel premio Oscar nell’edizione del 1986. Il premio andò alla mitica canzone “Take My Breath Away”, prodotta da Giorgio Moroder per i Berlin. E se la colonna sonora sa tuttora richiamare echi dal passato, il produttore Jerry Bruckheimer sembra avere aspettato il compleanno per annunciare l’uscita di un sequel, che non si quando verrà girato, ma annovererà nel cast gli attori principali di allora, ovvero Tom Cruise e Val Kilmer.

quentin-tarantinoBagno di folla nella capitale per dare il benvenuto ad uno dei registi più irriverenti della storia del cinema. Quentin Tarantino è infatti sbarcato nella Capitale per presentare la sua ultima pellicola cinematografica, un western che durante le riprese ha assunto i toni dell’horror e che, a detta del maestro Ennio Morricone che ne ha curato le musiche, ha molto del film di avventura.

La pellicola narra la storia di 8 cattivi e incredibilmente diversi fra di loro personaggi, costretti ad alloggiare in una baita a causa di una tempesta di neve. Nessuno si fida dell’altro, e questa è la spinta motrice per la sceneggiatura di una pellicola che si rivela essere attesissima in ogni parte del mondo.

Alla presentazione romana soono intervenuti il regista Quentin Tarantino, fiero di abbracciare l’idolo Ennio Morricone, la iena Michael Madsen e Kurt Russel, protagonista della pellicola. Fra abbracci, risate e qualche anticipazione della pellicola, i protagonisti si preparano quindi ad accogliere i primi 888 fortunati spettatori che potranno assistere alla proiezione presso lo storico Studio 5 di Fellini.

Si tratta di una proiezione fortemente voluta da Tarantino, che prevede una versione da 188 minuti da 70mm, di cui tre minuti di prologo saranno dedicati all’ouverture del maestro Morricone. Una pausa di 12 minuti, come ai bei vecchi tempi, dividerà la pellicola, in un’esperienza che si propone davvero unica per chi avrà la fortuna di parteciparvi. Due saranno gli altri cinema che in contemporanea potranno trasmettere l’anteprima di Hateful Eight nel paese, il complesso a Melzo in provincia di Milano e la cineteca di Bologna.

Tarantino si prepara quindi a presentare la sua ultima creatura, in modo ironico come sempre e facendo leva sulle ispirazioni, fra tutte La Cosa di John Carpenter. Ma può un western assumere i tratti di un horror? Dovremo aspettare fino al 4 febbraio per scoprirlo, data in cui The Hateful Eight sarà disponibile nelle sale per il grande pubblico.

Checco Zalone

Un milione di persone in Italia ha scelto di iniziare l’anno gustandosi la pellicola di Checco Zalone ‘Quo Vado?‘ e un altro bel milione ha scelto di farlo il 2 gennaio. Totale 14 milioni di incassi in pochissimi giorni, un risultato che ha sbaragliato ogni concorrenza del passato, sia in termini di persone che sono accorse al cinema sia di incassi.

Il nuovo film del comico pugliese sembra aver conquistato tutta la penisola, perché da nord a sud sono state tantissime le persone che sono accorse nelle sale cinematografiche per gustarsi questo film, complici anche i giorni di vacanza e di relax delle feste di inizio anno. Si tratta di un risultato eclatante, perché Checco Zalone ha ‘battuto’ concorrenti davvero degni di nota, come ‘Guerre Stellari‘ e anche sbaragliato film che nel passato erano stati dei veri e propri campioni di incasso, come la saga di ‘Harry Potter‘ o lo struggente ‘La Vita è Bella‘ di Roberto Benigni.

Le stime sono molto interessanti, perché se il film procede di buona lena potrebbe raggiungere nella sua prima settimana di programmazione la quota di 20 milioni di euro di incassi. Si tratterebbe di battere il primato che in Italia è detenuto saldamente da ‘Avatar‘, film che ha sbaragliato ogni concorrenza, ma anche del precedente film di Zalone ‘Sole a Catinelle‘, che nel 2013, anno della sua uscita nelle sale, totalizzò ben 53 milioni di euro di incasso complessivo.

Ma qual è il segreto del successo della pellicola? Si tratta di un mix esplosivo di comicità, semplice ma di buon gusto, dove il tema principale va ricercato nel posto fisso, vissuto da intere generazioni come un cruccio e anche come un miraggio. Il comico pugliese parte infatti da questo tema per sviluppare una pellicola godereccia, semplice ma efficace, che si propone di rasserenare e anche di alleggerire gli italiani dopo un anno duro ma meno pesante dei quelli trascorsi nel passato. Voglia di tornare a ridere? Stando al boom di incassi sembra proprio che gli italiani abbiano un gran bisogno di comicità e di leggerezza, quindi il film di Checco Zalone si propone perfetto per diventare la pellicola scacciapensieri per eccellenza in questo beneaugurante inizio d’anno.

star-wars-7-poster_optAtteso, anzi attesissimo da fan ed estimatori di tutto il mondo, il nuovo film della saga di Guerre Stellari è stato proiettato lunedì 14 dicembre in tre diversi cinema di Los Angeles. Tutti schierati gli attori protagonisti del nuovo capitolo della saga, intitolato Il Risveglio della Forza, tra i quali Daisy Ridley, Mark Hamill, Harrison Ford, Lupita Nyong’o, Oscar Isaac, BB-8, Carrie Fisher e John Boyega. Presente il regista del film J.J. Abrams e anche tutti i dirigenti della Disney, che ha prodotto la pellicola.

L’evento di spicco si è svolto al TCL Chinese Theatre, dove sono giunti tutti gli attori e gli ospiti della serata. Da giorni oltre 150 fan si erano accampati per poter avere un posto al cinema e gustarsi la tanto attesa pellicola, che si propone come la settima saga delle battaglie galattiche più famose di sempre. La genesi del film è alquanto speciale, perché nel 1977 George Lucas volle iniziare le sue Guerre Stellari partendo da un punto ‘avanti’ nella storia e dando inizio alla prima e vera trilogia. Ad essa seguì il prequel, anch’esso composto da tre capitoli. Il Risveglio della Forza è quindi la prima puntata di una trilogia che segue l’originale, ovvero si propone come l’episodio 7.

Fa sorridere la presenza immancabile di George Lucas, il creatore, l’inventore e unica mente di Guerre Stellari. Qualche giorno fa, il regista aveva dichiarato di non essere stato invitato alla prima del film, invece Lucas era presente in sala. Dopo il successo internazionale della prima pellicola, Lucas decise di aprire la sua casa di produzione, la Lucas film, che produsse le pellicole, fino a che non venne assorbita dalla Disney che tuttora si occupa di produrre i capitoli della saga. Lo spettacolo sul red carpet ha reso felici ospiti e pubblico, in quanto sono sfilate armate di guerrieri stellari, robot e i principali attori del movie, che hanno dato il via ad una programmazione che si propone di sbancare ogni botteghino da qui fino alla fine dell’anno.

173040693-84a3f3a7-125d-4ee4-8143-aac26f47e4e4Sarà uno dei film più speciali della prossima stagione, in quanto racconta una storia reale, che è diventata una sorta di favola, conclusa con l’elezione di Barack Obama a primo presidente afroamericano degli Stati Uniti d’America. Il progetto cinematografico si chiama ‘Southside With You’ e andrà a raccontare la storia d’amore fra Barack Obama e Michelle, nata nel 1989.

L’attore chiamato a vestire i panni del presidente Usa è Parker Sawyers, un bel ragazzo molto somigliante al presidente, mentre a interpretare il ruolo della first lady è stata chiamata Tike Sumpter. Il regista della pellicola è Richard Tanne e il movie si occuperà di raccontare i primi momenti della storia d’amore sbocciata fra Barak e Michelle, nata nello studio legale Sidley&Austi di Chicago, quando i due erano poco più che ventenni.

Si tratta di un lungometraggio molto particolare, che sarà soprattutto incentrato sul primo appuntamento fra i due, quando la coppia che diverrà la più famosa dell’epoca moderna andò a vedere una bella mostra all’Istituto d’arte, per poi assistere alla proiezione del film ”Fa’ la cosa giusta” di Spike Lee e coronare la serata con un bel bacio, dopo un gelato nelle migliori gelaterie della città. Se si ammirano le immagini di Barack e Michelle ancora ventenni e le foto del loro matrimonio, si può notare una certa somiglianza fra gli attori chiamati ad interpretare il lungometraggio, che si propone di raccontare un pezzetto di storia moderna , un sogno che si è trasformato in una realtà felice che ha saputo cambiare il corso della storia, degli Stati Uniti come di tutto il mondo.

Ed è così che salutiamo Virna Lisi. L’attrice è andata via all’età di 78 anni, facendoci ricordare di colpo come la TV italiana ha preso il sopravvento nelle nostre vite man mano che la tecnologia è divenuta comune. Man mano che il cinema è diventato uno svago serale, abbiamo potuto conoscere film e capolavori Made in Italy, “Zanna bianca” ed “il ritorno di Zanna bianca”. Ma non solo: con orgoglio troviamo Virna Pieralisi (nome vero e completo) in più di 30 film, e molte altre presenze in televisione. Molti dicono che il “botto” è avvenuto con “Ottocento”, un serial programmato dalla Rai.

Gli amici di famiglia confidano che purtroppo non s’è mai ripresa dalla morte del marito, il quale ha messo un forte fermo morale sulla sua vita. Ma con tanto d’onorificenza ottenuta nel 1995 della repubblica italiana e diversi David, nastri d’argento ed altri agognati premi: si può dire che questa è una donna che ha fatto carriera, che ha messo le radici con tanti altri attori alla complessa vita del film all’italiana (quello che spesso non ci viene apprezzato per ciò che è), fin dalla sua tenera età di 14 anni. Una donna che oggi salutiamo con tutte le nostre dovute condoglianze.

Per molte persone che se la ricordano dalla più tenera età e hanno goduto della televisione dagli anni 50 fino ad oggi, c’è un grosso dispiacere e cordoglio per la situazione. Ma man mano che passano gli anni, è solamente la natura che fa il suo corso ed è sempre bene che la popolazione oltre che mettere sempre in primo piano la situazione attuale, faccia sempre bene a ricordare anche chi ha costruito la nostra storia (cinematografica e culturale) in ogni fattore ed in ogni lato, anche al cinema o in TV. Perché, volendolo o no, ha influenzato le nostre vite in un modo o in un altro. Ed è per questo e per tanti altri validi motivi che oggi salutiamo Lisi.
“E’ arrivata l’età delle rughe? Pazienza. Le rughe rappresentano il passato di ciascuno, e fanno parte della vita.”

AmandaKnoxIl cinema si è sempre ispirato a fatti di cronaca e un caso così fortemente mediatico come quello di Amanda Knox non poteva rappresentare un’eccezione, a portare sul grande schermo l’intricata vicenda è Michael Winterbottom, che per il suo The Face of an Angel ha scelto il Toronto FIlm Festival per la presentazione in prima mondiale. Il Festival di Toronto è in programma dal 4 al 14 settembre.

Il film, bastato sull’adattamento della giornalista Barbie Latza Nadeau, è interpretato da Kate Beckinsale, Daniel Brühl e Cara Delevingne. Winterbottom ha precisato che il suo film – che vede nel cast anche attori italiani, come Valerio Mastandrea – prende spunto dal caso Knox, ma non sarà un racconto completamente fedele alla realtà dei fatti.

Il film ripercorre la vicenda dell’assassinio di Meredith Kercher e l’accusa alla giovane americana Amanda Knox.

Lo sceneggiatore descrive Amanda Knox come una faccia d’angelo e pone l’attenzione sul potere che hanno avuto i media in questa vicenda nel vedere nella giovane americana una persona diabolicamente bella.
Non è la prima volta che l’omicidio di Meredith Kercher, avvenuto a Perugia nel novembre del 2007, finisce sugli schermi televisivi.
Era stato infatti realizzato per la TV americana “Amanda Knox: Murder on trial in Italy” che era sbarcato anche in Italia ma in tono decisamente minore.

La vicenda giudiziaria della tragedia che sconvolse Perugia è ancora lontano da terminare, dopo che la cassazione ha annullato il processo di appello che aveva scagionato sia Amanda Knox che Raffaele Sollecito.

Sono stati condannati per l’omicidio della Kercher Amanda Knox e Raffaele Sollecito, ma il caso non è ancora chiuso per il ricorso in Cassazione depositato dai legali dei due imputati

3891192La bellissima attrice e modella statunitense Megan Fox ha partecipato al Comic Con per presentare “Teenage Mutant Ninja Turtles”.

Una delle più belle donne al mondo è arrivata con il figlio di 5 mesi fasciata in un top nero aderente e una gonna lucida con delle striature. Il trucco pesante, evidenziato dai capelli neri fluenti sulle spalle e da un rossetto color rosso brillante. Tacchi neri completavano la sua mise da amazzone.

Nel film “Tartarughe Ninja” interpreta April O’Neil, descritta da lei su HitFix come “una giornalista ambiziosa”, che non ha paura di mostrare la propria opinione.
Megan Fox. “Sono sempre stata convinta che nelle tartarughe Ninja ognuno die protagonisti abbia quattro temperamenti precisi. Raphael è un collerico quindi c’è un legame con April. C’è il flemmatico, che direi è Donatello. C’è sanguigno, che sarebbe Mikey e c’è il malinconico, che è Leonardo. Io la penso così. Non ho avuto quel confermato da Eastman (il creatore, n.d.r.), ma questa è la mia teoria”.

“Sono sempre stato una reietta e una solitaria – ha detto a USA Today – Non sono una farfalla sociale. Non ho un sacco di amici. Io sicuramente non avevo amici al liceo o alla scuola media. Mi sono sempre sentita una persona strana Quindi se potessi indossare una T-shirt e camminare sul red-carpet mi piacerebbe”.

Megan Fox è mamma di due splendidi e piccolissimi figli uno di due anni e l’altro di appena 5 mesi avuto dalla splendida unione che dura da dieci anni coronata nel 2010 con un matrimonio da favola con il bellissimo attore Brian Austin Green.
Per Megan il suo primo lavoro è essere mamma poi c’è il lavoro come star del cinema.

Temi caldi

prestiti per pensionati

I prestiti per pensionati sono finanziamenti personali non finalizzati rivolti a tutti i clienti anziani che percepiscono una pensione mensile. In quanto prestiti non finalizzati,...